Le RSA Anni Azzurri in Piemonte

In Piemonte abbiamo 12 residenze per anziani situate nei pressi di grossi centri urbani quali Torino, Cuneo, Asti, Vercelli e Novara.

Anni Azzurri offre assistenza ad anziani e persone con vari gradi di autonomia, in tutto il territorio nazionale, attraverso una rete di RSA collocate nei principali grandi centri urbani.

Nella regione Piemonte sono presenti 12 strutture attrezzate che offrono assistenza e supporto, per un breve periodo o per un tempo indeterminato, a soggetti anziani oppure con scarsa autonomia, che non possono essere assistiti presso il proprio domicilio, oppure che necessitano di cure e terapie specifiche.

Le RSA Anni Azzurri offrono interventi di tipo assistenziale, sociale o riabilitativo rivolti anche a soggetti affetti da patologie complesse come malattie neuro degenerative - Alzheimer e demenza, per esempio – garantendo assistenza da parte di personale qualificato, medici, infermieri, OSS, ASA, fisioterapisti.

Un ventaglio completo di servizi professionali che include assistenza medico-infermieristica continuativa, terapie riabilitative, supporto psicologico nonché durante attività quotidiane di alimentazione, vestizione ed igiene personale. Un team di animatori qualificati organizza un programma di attività ricreative e formative concepite allo scopo di favorire interazione sociale, importante per gli ospiti. Le residenze sono collocate a Torino, Cuneo, Asti, Vercelli e Novara e aderiscono alla misura Scelta Sociale della Regione Piemonte”.

Per aiutarti nella fase di valutazione di una residenza per anziani, abbiamo raccolto le domande che più frequentemente ci vengono rivolte, con le risposte specifiche per la regione Piemonte.

RSA in provincia di Torino

Situate presso Carmagnola, Volpiano, Santena, Montanaro e Torino sono collocate all’interno di aree verdi dove l’ospite può godere di una piacevole tranquillità, a contatto con la natura.

Organizzate per soddisfare in modo ottimale le esigenze del singolo ospite, ma anche della collettività, offrono alloggi in camere doppie oppure singole, servizi medico infermieristici, riabilitativi, assistenziali nonché attività ludico ricreative all’interno di aree comuni, volte alla stimolazione dal punto di vista psicofisico.

Attraverso eventi ed open day organizzati periodicamente è possibile visitare le residenze e conoscere lo staff e i servizi offerti.

RSA in provincia di Cuneo

Le RSA Anni Azzurri della provincia di Cuneo sono collocate a Scarnafigi, Dogliani e Marene e propongono servizi rivolti a casistiche complesse dal punto di vista cognitivo, ma anche sanitario ed assistenziale.

I servizi vengono erogati attraverso l’ausilio di un’equipe guidata da medici assistiti da personale infermieristico qualificato, nonché OSS, ASA, fisioterapisti, psicologi, in grado di comprendere e rispondere a qualsiasi bisogno o richiesta.

Giardini, aree comuni, alloggi dotati dei migliori comfort e servizi innovativi come la Pet Terapy e le terapie occupazionali per stimolare non solo la socialità, ma anche il benessere psicofisico degli utenti.

RSA in provincia di Novara

Le residenze di Dormelletto e Borgomanero sono strutture all’avanguardia, non lontane dalla città metropolitana di Milano, che valorizzano i concetti di ecosostenibilità ed ecocompatibilità.

Dotate dei migliori comfort assicurano all'utente un'esperienza che richiami un soggiorno in struttura alberghiera, permettendogli di affrontare trattamenti e terapie senza stress né inquietudini.

RSA in provincia di Vercelli

Scopri la residenza Anni Azzurri di Gattinara: servizi, attività ed assistenza agli utenti, per vivere la permanenza con serenità, all’interno di un ambiente familiare e supportati dal miglior team di personale qualificato.

RSA in provincia di Asti

A Tonego d’Asti, immersa nella pace di un contesto naturale tra boschi e colline, troviamo la residenza Anni Azzurri dedicata a persone con diversi livelli di autosufficienza oppure con grave decadimento cognitivo. Programmi di assistenza personalizzata, attività, terapie e supporto per garantire agli ospiti il migliore benessere psicofisico.

Tariffe agevolate per ingressi nel mese di FEBBRAIO

Solo per oggi personalizziamo i nostri servizi ad un prezzo vantaggioso.



Tutto quello che ti serve sapere

Come prima cosa occorre ritirare la domanda presso lo sportello UVG della propria ASL da far compilare al MMG (medico di medicina generale) e poi riconsegnare alla Segreteria UVG con allegato l'Isee del richiedente. Successivamente, la commissione UVG sottoporrà il richiedente a visita di valutazione.

Occorre richiedere all'assistente sociale di riferimento rispetto al luogo di residenza l'integrazione della retta presentando il modulo ISEE.

Assolutamente sì, si possono ottenere il convenzionamento con l'ASL e il contributo con il Comune di residenza e continuare anche a percepire l'assegno di accompagnamento e d'invalidità nel caso in cui se ne abbia diritto.

I tempi sono regolamentati dalle ASL secondo la lista d'attesa gestita sulla base del punteggio acquisito in fase di Valutazione Geriatrica.

Sì, è possibile, ma occorre considerare poco probabile la concessione della convenzione da parte della propria ASL fuori regione.

L'accoglienza di ospiti affetti da tale patologia è consigliabile nelle strutture che possano garantire percorsi assistenziali e strutturali adeguati ai bisogni di queste persone. Le nostre strutture dotate di un nucleo Alzheimer sono attrezzate per poter garantire ambiente terapeutico al fine di ridurre, con approccio multidisciplinare, stati di agitazione e di aggressività.

In occasione di eventi acuti per i quali si rende necessario il ricovero ospedaliero, la struttura manterrà il posto letto in considerazione anche dei tempi del ricovero in piena sintonia con i desiderata dei famigliari dell'ospite.

Occorre distinguere due casistiche: nel caso in cui l'ospite sia stato inserito dall'UVG, e quindi sia in regime di convenzionamento, occorre concordare con la UVG stessa un rientro temporaneo al domicilio per scongiurare la decadenza della convenzione stessa. Nel caso di rapporto totalmente privato è invece possibile concordare direttamente con la direzione della residenza le modalità e i periodi.

Per poter garantire il rispetto delle norme igienico sanitarie non è possibile portare in residenza nessun animale domestico.

Si.

Gli arredamenti delle nostre strutture sono pensati per garantire il massimo supporto alla vita quotidiana dell'ospite e rispondono ad alcuni criteri obbligatori, pertanto, non è possibile portare mobili che non abbiano tali caratteristiche. Al contrario, è possibile personalizzare la propria camera con soprammobili e oggetti cari.

Si.

L'accoglienza presso le nostre strutture prevede la possibilità di rientri al proprio domicilio o il trasferimento in altra residenza, previo preavviso di 15 giorni.

La Struttura mette a disposizione temporaneamente alcuni ausili, tuttavia se l'ospite ha necessità di un ausilio definitivo dovrà richiedere alla propria ASL la fornitura di un ausilio personale.

Occorre comunicare all'ufficio protesica della propria ASL il luogo in cui si è accolti per permettere la domiciliazione della consegna dei pannoloni direttamente in struttura.

Si è possibile utilizzare il voucher "Scelta Sociale" per accedere nelle nostre Residenze. Per ulteriori informazioni visita la pagina www.anniazzurri.it/aiuti-economici .