La vita in Residenza

Tutto quello che ti serve sapere

Anni Azzurri lascia flessibilità di visita nella fascia dalle 8 alle 20. Nel rispetto dell'organizzazione interna è preferibile recarsi in residenza non prima delle 10. È possibile unirsi all’ospite ricoverato per pranzo, comunicandolo con un giorno di anticipo (indicazioni da verificare in struttura alla luce delle norme anti COVID).

La terapia farmacologica viene dispensata dal personale infermieristico seguendo il piano terapeutico segnalato nella cartella sanitaria.

Il personale di struttura presente nell'arco delle 24 ore è capace di garantire una presa in carico globale dell' ospite per il soddisfacimento di tutti i suoi bisogni. Laddove si gradisce, però, è possibile far accedere in residenza dame di compagnia o badanti con esclusiva mansione, appunto, di compagnia. Questa persona non può svolgere nessuna attività di tipo badantato o assistenza personale (igiene dell’ospite, alimentazione, somministrazione farmaci, ecc.) che, magari, svolgeva in casa prima del ricovero presso la struttura. In ogni caso, il regolamento interno per gli addetti all'assistenza privata prevede che questi indossino sempre il camice bianco e siano dotati di tesserino di riconoscimento con indicate le proprie generalità. È fatto divieto di iniziare il rapporto di assistenza se non si consegna in residenza: curriculum della persona dedicata all’assistenza, eventuale permesso di soggiorno, fotocopia del documento di identità, autorizzazione scritta da chi ha richiesto l’assistenza, indicazione dell’orario di svolgimento del proprio turno di assistenza, certificato del medico curante in cui dichiara che la persona è indenne da patologie infettive trasmissibili per via aerea/contatto, polizza RC per danni contro terzi, copia del contratto di lavoro tra l’assistente privato e la famiglia.

Le RSA non possono ospitare persone esterne per la notte, tuttavia in casi particolari e nell'accompagnamento a fine vita un familiare o una badante può restare nella stanza, dove verrà fornita una poltrona. Questo, però, solo dietro esplicita richiesta autorizzata dalla Direzione.