Visite nelle RSA: dall’1/01/2023 non occorre più il Green Pass

Con il nuovo anno cambiano parzialmente le modalità di accesso dei visitatori nelle nostre RSA.
09 gennaio 2023
  • condividi su whatsapp
Visite nelle RSA: dall’1/01/2023 non occorre più il Green Pass Visite nelle RSA: dall’1/01/2023 non occorre più il Green Pass

Dal 1° gennaio 2023, infatti, non vige più l’obbligo per i visitatori di accedere alle RSA solo in presenza di Certificazione Verde COVID-19.

E’ stato invece prorogato dal Ministero, fino al 30 aprile 2023, l'obbligo di utilizzo delle mascherine FFP2 per i visitatori, gli utenti delle RSA e i lavoratori.

Rimangono al momento valide anche altre misure di precauzione e prevenzione come la registrazione degli accessi, la rilevazione della temperatura corporea, il triage e l’utilizzo dei DPI.

L’obiettivo prioritario rimane quello di continuare a garantire le visite in sicurezza.

Più in generale, come evidenziato dalla Circolare del Ministero della Salute n. Circolare 01 - 01.01.2023, nella gestione della circolazione del SARS-CoV-2 restano molto importanti i seguenti interventi:

  • la campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19 ed anti-influenzale per mettere in sicurezza prioritariamente anziani e fragili, proteggendoli dalla malattia grave e dalla ospedalizzazione
  • gli interventi non farmacologici (misure di isolamento, autosorveglianza, gestione dei contatti, uso DPI, ventilazione ambienti), fondamentali per limitare la diffusione del virus, proteggere i gruppi vulnerabili e ridurre la pressione sui sistemi sanitari
  • l'individuazione dei casi attraverso i test, l'isolamento dei casi e la ricerca mirata dei contatti
  • l'uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie per lavoratori, utenti e visitatori
Torna alle notizie