Terza dose, in corso le somministrazioni nelle RSA Anni Azzurri Kos

Un avvio avvenuto già qualche settimana fa, che ha visto come prima vaccinata una donna di 103 anni ospite della Residenza Casteldonino in Liguria.

Sono partite nelle Rsa Anni Azzurri KOS le somministrazioni della terza dose per gli ospiti e per i lavoratori. Un avvio avvenuto già qualche settimana fa, che ha visto come prima vaccinata una donna di 103 anni ospite della Residenza Casteldonino in Liguria.

Le vaccinazioni sono state già avviate e gradualmente sono in corso nelle Regioni in cui operiamo - spiega Chiara Monti Direttore Medico e Qualità delle Rsa Anni Azzurri Kos . Le somministrazioni della terza dose avvengono di norma dentro le Strutture, quindi senza trasferimento degli ospiti all’esterno e vengono eseguite da personale sanitario.”

Un altro importante step che aiuta a mettere in sicurezza le Residenze e ad affrontare la ripresa autunnale con più tranquillità.

Il clima è sereno, l’adesione è alta, il vaccino che viene somministrato è Comirnaty di Pfizer/BioNTech. Si tratta di una dose di rinforzo tesa a mantenere adeguati livelli di protezione anticorpale proteggendo i nostri anziani ed il personale - continua-. Le vaccinazioni ci consentono di proseguire con la riapertura delle nostre attività, non solo assistenziali ma anche occupazionali e di animazione, ormai tornate a pieno regime pur nel rispetto delle regole di protezione e distanziamenti.”

Le dosi booster sono un’ulteriore arma contro il covid-19 che si associa alle altre misure già in atto come ad esempio screening periodici mediante tampone a ospiti e lavoratori, accesso alla Struttura consentito solo a lavoratori e fornitori vaccinati con green pass.

La terza dose di richiamo o booster, si somministra dopo almeno sei mesi dall’ultima dose. Ha come obiettivo il mantenimento nel tempo di un adeguato livello di risposta immunitaria ed è destinata alle persone a maggior rischio di sviluppare malattia grave per condizioni di fragilità, come i grandi anziani o i soggetti ricoverati nelle Rsa, e gli operatori sanitari per il livello di rischio legato alla loro attività.

Ascoltiamo e forniamo risposte a molte domande ogni giorno

Siamo pronti sin da subito a prendere in carico ogni vostra richiesta relativa a ricoveri, visite e a darvi tutte le indicazioni necessarie per garantire la massima sicurezza a voi e al vostro caro.

Chiama il numero verde

800 131 851

oppure lasciaci i tuoi dati e sarai richiamato appena possibile.