Rivisitare gli spazi

Per reinterpretare una quotidianità inattesa.

Vuoi avere maggiori informazioni?

Valorizzare gli ambienti, modificare le abitudini

Dal ristorante ai pasti serviti in camera.

Rivedere gli spazi delle nostre case è stato un passaggio cruciale per gestire distanziamenti ed isolamenti.
L’emergenza ha imposto alle nostre direzioni di rivisitare gli ambienti, la loro destinazione e modificare le abitudini.
Tutto compatibilmente con la vivibilità, molto individuale per i nostri ospiti in base alle loro fragilità.
Siamo passati dai pasti in compagnia al ristorante ai tavoli distanziati in diverse sale e alle cene servite direttamente in camera.
Abbiamo isolato i comparti Covid da quelli no Covid, riprogrammato orari e turni per le attività ordinarie quotidiane, ripensato le camere che in alcuni casi da doppie sono diventate singole.
Abbiamo creato gruppi separati e distinti di operatori formati per la gestione dei reparti Covid garantendo massima sicurezza attraverso percorsi e ambienti separati.

Una riorganizzazione che ha richiesto un impegno logistico importante ma che lascerà traccia nei nostri futuri protocolli per garantire la massima sicurezza di tutti.

Vito Nicola Mastromarino - Direttore
Residenza Anni Azzurri Rezzato (BS)
Tavoli distanziati al ristorante

Siamo passati dai pasti in compagnia al ristorante ai tavoli distanziati in diverse sale e alle cene servite direttamente in camera.

Viaggi virtuali, come occasioni di evasione

La continuità delle attività con l’aiuto della tecnologia.

Le “feste” sono fatte anche quelle in camera sempre con il tablet,
“mi hanno perfino fatto vedere il video di Mina al Festival di San Remo...”.

Sempre con i tablet grazie a Google Maps, accompagniamo i nostri ospiti a visitare i paesi dove sono nati, le case dei propri figli o li facciamo “passeggiare” nel lungo mare della bella località di villeggiatura dove erano soliti andare in estate.
Manteniamo tutte le festività ricordandole agli ospiti con qualche piccolo gesto: dal regalino ai papà il 19 marzo o all’affettuoso fiorellino a tutte le mamme per la loro grande festa.

Tutte le nostre Direzioni Sanitarie sono al lavoro per progettare, grazie anche all’aiuto di un nuovo infettivologo neoassunto, una “Fase 2“ anche per le RSA, per poter, in tutta sicurezza, tornare a fare delle attività in piccoli gruppi, ricongiungere gli ospiti ai propri familiari e tornare ad andare al mercato o a mangiare il gelato durante la bella stagione.

Viaggi virtuali come occasioni di evasione
35000+
20000+
1000+
5000+

Ascoltiamo e forniamo risposte a molte domande ogni giorno

Siamo pronti sin da subito a prendere in carico ogni vostra richiesta relativa a ricoveri, visite e a darvi tutte le indicazioni necessarie per garantire la massima sicurezza a voi e al vostro caro.

Chiama il numero verde

800 131 851

oppure lasciaci i tuoi dati e sarai richiamato appena possibile.

Per favore, clicca sulla casella qui sotto per garantire l'invio del tuo messaggio.