Anni Azzurri. Cambio di marcia con la Cartella Clinica digitale

Digitalizzare, non solo per velocizzare ma soprattutto per migliorare lo scambio di informazioni e la loro tracciabilità.

“Siamo partiti alla fine del 2019, con una fase pilota nella Residenza Parco Sempione di Milano - spiega la dottoressa Chiara Monti Direttore Medico e Qualità delle Rsa Anni Azzurri Kos. - Abbiamo acquistato un prodotto che è stato poi interamente personalizzato, su misura per le nostre esigenze. La Cartella Clinica elettronica così progettata costituisce la nostra più grande eredità culturale poiché contiene la nostra storia e il nostro futuro. E’ stata delineata sulla base dell’analisi dei processi clinici-assistenziali (il nostro know-how) associandoli alle potenzialità della digitalizzazione come ad esempio alert, care chart, dashboard di paziente e di reparto, pianificazione automatizzata delle attività sulla base di protocolli personalizzati e condivisi ed un sistema multidimensionale di indicatori per monitorare la qualità dell'assistenza sanitaria in termini di sicurezza, efficacia ed appropriatezza. Si configura quindi come uno strumento fondamentale per il governo clinico e il miglioramento continuo della qualità delle cure. Nonostante la pandemia abbia in parte rallentato la fase di delivery nelle Strutture, oggi la Cartella Clinica digitale è operativa a Parco Sempione e Vico Mercati dove è stata recepita con entusiasmo ed è diventata uno strumento di lavoro agile, da usare al letto del paziente. Nel mese di maggio sarà estesa alle altre RSA della Lombardia e successivamente a tutte le Strutture Anni Azzurri nel resto delle Regioni italiane".

Anni Azzurri. Cambio di marcia con la Cartella Clinica digitale